ARISTOTELE E IL PROBLEMA DELLA SOGGETTIVITÀ

Autores

  • Marco Sgarbi

DOI:

https://doi.org/10.1590/S0101-31732011000500009

Palavras-chave:

Aristotele. Soggettività. Determinazione

Resumo

Gli storici della losoa solitamente attribuiscono ai pensatori moderni l’invenzioni di concetto “soggetto”, “oggetto” e “soggettività” e li concepiscono in direttamente in contrasto con la losoa scolastica e aristotelica. Questo articolo suggerisce la presenza di una proto-teoria della soggettività in Aristotele. La teoria aristotelica della soggettività è fondata principalmente su quattro dottrine. In primo luogo, si può riscontrare nell’epistemologia aristotelica la presenza di una “prospettiva” e di un “punto di vista”. Il secondo aspetto signicativo è il concetto di determinazione dell’oggetto della conoscenza, che nella losoa aristotelica è rappresentato dalla nozione di “prosthesis”. La terza dottrina si fonda sulla distinzione fra ciò che è più conoscibile per noi (gnorimoteron emin) e ciò che è più conoscibile per natura (gnorimoteron te physei). L’ultima dottrina riguarda la seconda natura del soggetto e gli abiti della conoscenza acquisiti attraverso l’esperienza, i quali spiegano perché i soggetti abbiano conoscenze diverse degli stessi oggetti secondo le loro precedenti esperienze.

Downloads

Não há dados estatísticos.

Downloads

Publicado

2011-11-30

Como Citar

Sgarbi, M. (2011). ARISTOTELE E IL PROBLEMA DELLA SOGGETTIVITÀ. TRANS/FORM/AÇÃO: Revista De Filosofia, 34(3), 105–116. https://doi.org/10.1590/S0101-31732011000500009

Edição

Seção

Artigos e Comentários